23 marzo 2013

Verona Poetria, il via di PrimaVera poEtica è fissato nel Cortile Mercato Vecchio



Verona Poetria. La partenza di PrimaVera poEtica è fissata per le 16.30, al Cortile Mercato Vecchio
con un momento dedicato ai poeti soffocati: autori di tutto il mondo che hanno pagato la loro libertà creativa con la prigione, l'esilio o la morte.

Poetry invades the streets
On Saturday, the "poetic PrimaVera"


Quindi otto gruppi, guidati dall'Ape Poetrica, raggiungeranno le postazioni previste tra piazza Erbe, via Mazzini e via Cappello, leggendo poesie e distribuendo testi ai passanti, che potranno improvvisarsi lettori.

La poesia invade le piazze
Sabato la "PrimaVera poEtica"
Voci soffocate, giovani poeti, poesi a km zero, versi dialettali. Ma chiunque, tra piazza Erbe e via Cappello, potrà improvvisarsi poeta o lettore


Sarà la versione "on the road" della poesia. Versi palpitanti e vibranti, che usciranno dal chiuso delle biblioteche per planare nelle piazze e nelle vie di Verona. Tra la gente e con la gente. Sabato prossimo, 23 marzo, il centro cittadino sarà invaso dalla "PrimaVera PoEtica", con tanti angoli che si trasformeranno in piccoli palcoscenici per la lettura di poesie da tutto il mondo e in tutte le lingue, dialettali comprese. E chiunque potrà far vivere il poeta che ha dentro di sé, leggendo versi a proprio piacimento o testi presi in prestito dagli organizzatori.

L'evento scocca all'indomani della dodicesima Giornata mondiale della poesia, che venerdì vivrà un primo momento di celebrazione al teatro Filarmonico. Fuori da ogni ufficialità e assolutamente anticonvenzionale sarà invece l'evento promosso dal gruppo Poetria, che si snoderà nel pomeriggio di sabato tra piazza Erbe e le vie limitrofe, con un finale ad alta spettacolarità alle 19.


 Tre i gruppi sul toloneo: uno sarà dedicato ai "Versi de noantri" con poesie dialettali di ogni regione italiana, un altro alle poesie "KmZero" che scandiscono la quotidianità e un terzo che renderà omaggio a Wislawa Szymborska, la grande poetessa polacca scomparsa un anno fa. In via Mazzini, all'incrocio con via Cappello, stazionerà il gruppo "Supergiovani" per gli anagraficamente giovani e per chi, a dispetto dell'età, continua a sentirsi giovane di spirito.


Nello slargo antistante Zara si scandiranno i versi del Mediterraneo, con un omaggio a Kavakis nel 150° della nascita. Tra via Cappello e via Stella il gruppo "Grande madre Russia" con le poesie del Novecento russe,  mentre davanti alla biblioteca un altro ensemble leggerà poesie di ogni parte del mondo, in lingua originale o in traduzione italiana. In corso Porta Borsari, infine, "Linea di confine" andrà a scoprire tutto ciò che è borderline: poeti che si sono confrontati con la pazzia, versi diversi e testi eccentrici.

Un altro momento di poesia vivrà fuori dal centro, in piazza Isolo, dove una delegazione di Poetria andrà a incontrare i partecipanti di "ImmaginArte diversamente", evento organizzato dalle associazioni di "Nella mia città nessuno è straniero".

 Alle 19 tutti in piazza Erbe, per il grande finale con flash mob, gruppi in libertà, musiche e un grande coro onomatopeico con i partecipanti, diretti dal maestro Tommaso Tommo Castiglioni, nella lettura di "Lasciatemi divertire" di Aldo Palazzeschi. Conclusione della giornata a San Rocco di Quinzano, con buffet libanese e musica.

"PrimaVera PoEtica" giunge alla sua seconda edizione, dopo l'esordio dell'anno scorso che coinvolse centinaia di veronesi. Spiega il giornalista Giancarlo Beltrame, tra i componenti di Poetria: "Verona è una città che ha un estremo bisogno di poesia. I marmi che ricoprono marciapiedi e piazze sembrano aver pietrificato anche i cuori. La PrimaVera PoEtica vuole essere un piccolo, ma significativo gesto liberatorio. Una rigenerazione per l'anima, in questo tempo di crisi e di difficoltà"

.

Poetry invades the streets
On Saturday, the "poetic PrimaVera"
Muffled voices, young poets, poesi zero km, verses in dialect. But anyone, including Piazza Erbe and Via Cappello, can improvise poet or reader



Version will be "on the road" of poetry. Verses throbbing and vibrant, that will come from the closed libraries to glide in the squares and streets of Verona. Among the people and with the people. Next Saturday, March 23, the city center will be invaded by "PrimaVera Poetica", with many corners that turn into small stages for the reading of poems from around the world and in all languages, including dialects. And anyone can bring to life the poet who has within himself, reading verses to your liking or text borrowed from the organizers.

The event body after the twelfth World Day of Poetry, who on Friday will live a moment of celebration at the Philharmonic theater. Out of every official and absolutely unconventional event will instead be promoted by the group Poetria, that will unfold on Saturday afternoon between Piazza Erbe and the nearby streets, with a spectacular final high at 19.

Departure is scheduled for 16:30, the Courtyard Old Market, with a time devoted to poets suffocated: authors from around the world who have paid their creative freedom by imprisonment, exile or death. So eight groups, led by the EPA Poetrica will reach the stations provided between Piazza Erbe, Via Mazzini and Via Cappello, reading poems and texts distributed to passers-by, who can improvise readers. Three groups on toloneo: one will be dedicated to "Verses Noantri" with dialect poems of every Italian region, another to the poems "Kmzero" that mark everyday life, and a third that will pay tribute to Wislawa Szymborska, the great Polish poet disappeared a years ago. Via Mazzini at Via Cappello, stazionerà the group "Supergiovani" for young people by birth and who, despite their age, still feeling young at heart. In the clearing in front of Zadar will mark the verses of the Mediterranean, with a tribute to the 150th anniversary of the birth Kavakis. Between Via Cappello and the group via Stella "Great Mother Russia" with Russian poetry of the twentieth century, while in front of the library, another ensemble will read poems from all over the world, in the original language or in Italian. In Corso Porta Borsari, finally, "The Hunting Party" will find all that is borderline poets who are confronted with the insanity, ways different texts and eccentric.

Another moment of poetry will live outside the city center, in Piazza Isolo, where a delegation of Poetria will meet the participants of "ImmaginArte differently", an event organized by the associations "In my town no one is a stranger." At 19 all in Piazza Erbe, for the grand finale with flash mob groups in freedom, music and a great chorus onomatopoeic with the participants, conducted by Maestro Thomas Tommo Castiglioni, in reading "Let me entertain" by Aldo Palazzeschi. Finish the day in San Rocco di Quinzano with Lebanese buffet and music.

"PrimaVera poetic" now in its second edition, after the onset of last year that involved hundreds of Verona. Explain the journalist Giancarlo Beltrame, between the components of Poetria: "Verona is a city that has an extreme need for poetry. Marbles covering sidewalks and squares seem to have petrified even hearts. PrimaVera The Poetics wants to be a small but significant gesture liberating. A regeneration of the soul, in this time of crisis and difficulty. "

.
La poesía invade las calles
El sábado, la "primavera poética"
Voces apagadas, poetas jóvenes, poesi cero km, versos en dialecto. Pero nadie, incluyendo la Piazza Erbe y de la Via Cappello, se puede improvisar poeta o lector



Versión estará "en el camino" de la poesía. Versos palpitante y vibrante, que vendrá de las bibliotecas cerradas para deslizarse en las plazas y calles de Verona. Entre el pueblo y con el pueblo. El próximo sábado, 23 de marzo, el centro de la ciudad será invadida por "Primavera Poética", con muchos rincones que se convierten en pequeños escenarios para la lectura de poemas de todo el mundo y en todos los idiomas, incluyendo dialectos. Y cualquier persona puede traer a la vida el poeta que tiene dentro de sí mismo, leyendo los versos de su agrado o texto tomado de los organizadores.

El cuerpo de eventos después de la Jornada Mundial de la doceava parte de la poesía, que el viernes va a vivir un momento de celebración en el teatro Filarmónica. De cada evento oficial y absolutamente no convencional en lugar será promovida por el Poetria grupo, que se desarrollará en la tarde del sábado, entre la Piazza Erbe y las calles cercanas, con una altura espectacular final en 19.

Salida está prevista para las 16:30, el Mercado de Old Courtyard, con un tiempo dedicado a los poetas asfixiados: autores de todo el mundo que han pagado su libertad creativa con pena de prisión, el exilio o la muerte. Así que ocho grupos, liderados por el Poetrica EPA alcanzará las estaciones previstas entre la Piazza Erbe, Via Mazzini Via Cappello y, leyendo poemas y textos distribuidos a los transeúntes, que se puede improvisar lectores. Tres grupos en toloneo: uno estará dedicado a "Los versos Noantri" con poemas dialectales de cada región de Italia, otro de los poemas "Kmzero" que marcan la vida cotidiana, y un tercero que se rendirá homenaje a Wislawa Szymborska, el gran poeta polaco desapareció un años atrás. Via Mazzini en la Via Cappello, stazionerà el grupo "Supergiovani" para los jóvenes por nacimiento y que, a pesar de su edad, todavía se siente joven de corazón. En el claro delante de Zadar marcará los versos del Mediterráneo, con un homenaje al 150 aniversario de las Kavakis nacimiento. Entre Via Cappello y el grupo a través de Stella "Gran Madre Rusia" con la poesía rusa del siglo XX, mientras que en frente de la biblioteca, otro grupo leerá poemas de todo el mundo, en el idioma original o en italiano. En Corso Porta Borsari, por último, "The Hunting Party" encontrará todo lo que hay poetas marginales que se enfrentan a la locura, los textos de diferentes formas y excéntrico.

Otro de los momentos de la poesía va a vivir fuera del centro de la ciudad, en la plaza Isolo, donde una delegación de Poetria se reunirá con los participantes de "ImmaginArte diferente", un evento organizado por las asociaciones "En mi ciudad nadie es un extraño." A los 19 años todo en la Piazza Erbe, para la gran final con los grupos de flash mob en la libertad, la música y un gran coro onomatopéyico con los participantes, realizadas por el maestro Thomas Tommo Castiglioni, en la lectura de "Let Me Entertain" por Aldo Palazzeschi. Termina el día en San Rocco di Quinzano con buffet libanés y la música.

"Poética PrimaVera", ahora en su segunda edición, tras el inicio del año pasado, que involucró a cientos de Verona. Explicar el periodista Giancarlo Beltrame, entre los componentes de Poetria:. "Verona es una ciudad que tiene una necesidad extrema de poesía mármoles que cubren las aceras y plazas parece haber petrificado incluso corazones PrimaVera La poética quiere ser un gesto pequeño pero significativo. liberadora. Una regeneración del alma, en este tiempo de crisis y dificultad ".

-

.
.poesia impazza nelle piazze -
  1. 5 ore fa – Festa di Primavera al Lazzareto con il FAI » ... trasformeranno in piccoli palcoscenici per la lettura di poesie da tutto il mondo e in ... per il grande finale con flash mob, gruppi in libertà, musiche e un grande coro onomatopeico con i partecipanti, diretti dal maestro Tommaso Tommo Castiglioni, nella lettura di ...
  2. L'Arena.it - dalla home

    Alexa Traffic Rank for http://www.larena.it/stories/dalla_home/486348_sabato_la_primavera_poeticanelle_strade_della_citt/: 67688www.larena.it/ /486348_sabato_la_primavera_po...
    9 ore fa – E chiunque, tra piazza Erbe e via Cappello, potrà far uscire il poeta ... Versi che usciranno dal chiuso delle biblioteche per arrivare nelle piazze e nelle vie di ... finale con flash mob, gruppi in libertà, musiche e un grande coro con i partecipanti, diretti dal maestro Tommaso Tommo Castiglioni, nella lettura di ...
  3. L'ADIGE - Settimanale di Verona » Sabato la "PrimaVera poEtica" la ...

    11 o nel pomeriggio di sabato tra piazza Erbe e le vie limitrofe, con un finale ... finale con flash mob, gruppi in libertà, musiche e un grande coro onomatopeico con i partecipanti, diretti dal maestro Tommaso Tommo Castiglioni, nella lettura di ...

.
La poesia invade le strade
Sabato scorso, la "primavera poetica"
Voci soffocate, poeti giovani, Poesi a zero km, versi in dialetto. Ma nessuno, tra Piazza Erbe e Via Cappello, si può improvvisare poeta o un lettore



Versione sarà "nel modo" della poesia. Versi pulsante e vibrante, che verrà da librerie chiuse a scorrere nelle piazze e nelle strade di Verona. Tra il paese e la gente. Il prossimo Sabato 23 marzo, il centro della città sarà invasa da "Primavera Poesia", con molti angoli che diventano piccoli palchi per la lettura di poesie da tutto il mondo e in tutte le lingue, compreso dialetti. E chiunque può portare alla vita del poeta che ha dentro di sé, leggendo i versi di vostra scelta o testo tratto da parte degli organizzatori.

Il corpo degli eventi dopo la Giornata Mondiale del dodicesimo di poesia, che Venerdì vivrà un momento di festa al Teatro Filarmonico. In ogni evento ufficiale e assolutamente non convenzionale, piuttosto Poetria essere promossa dal gruppo, che si terrà nel pomeriggio di Sabato, tra Piazza Erbe e le vie adiacenti, con un finale spettacolare elevata a 19.

La partenza è prevista per il 16.30, il Cortile Mercato Vecchio, con un tempo dedicato ai poeti soffocati: autori provenienti da tutto il mondo che hanno pagato la loro libertà creativa con la prigione, l'esilio o la morte. Così otto gruppi, guidati dalle stazioni raggiungono Poetrica EPA previste tra Piazza Erbe, Via Mazzini e via Cappello, lettura di poesie e testi distribuiti ai passanti, chi può improvvisare lettori. Toloneo tre gruppi: uno è dedicato a "I versi Noantri" poesie dialettali di ogni regione d'Italia, una delle poesie "Kmzero" che segnano la vita di tutti i giorni, e un terzo che renderà omaggio a Wislawa Szymborska, il grande poeta polacco scomparso un anno fa. Via Mazzini in Via Cappello, stazionerà il gruppo "Supergiovani" per i giovani di nascita e che, nonostante l'età, sento ancora giovane dentro. Nella radura di fronte a Zara segnare i versetti del Mediterraneo con un omaggio al 150 ° anniversario della nascita Kavakis. Tra Via Cappello e Stella del gruppo attraverso la "Grande Madre Russia" con la poesia russa del XX secolo, mentre di fronte alla biblioteca, un altro gruppo leggerà poesie da tutto il mondo, in lingua originale o in italiano. In Corso Porta Borsari, infine, "Linea di confine" troverete tutto quello che c'è poeti marginali che affrontano la follia, i testi di diverse forme e eccentriche.

Un altro momento di poesia si vive al di fuori del centro città, in piazza Isolo, dove una delegazione Poetria incontrerà con i partecipanti di "ImmaginArte diverso", un evento organizzato dalle associazioni "Nella mia città nessuno è uno sconosciuto. " Alle 19 tutti in Piazza Erbe, per il gran finale con i gruppi di flash mob in libertà, musica e un grande coro onomatopeico con i partecipanti, diretti dal maestro Thomas Tommo Castiglioni, nella lettura di "Let Me Entertain "di Aldo Palazzeschi. Concludete la giornata a San Rocco di Quinzano con buffet e musica libanese.

"Poesia Primavera", giunto alla sua seconda edizione, dopo l'inizio dello scorso anno, che ha coinvolto centinaia di Verona. Spiega il giornalista Giancarlo Beltrame, tra i componenti Poetria:. "Verona è una città che è in disperato bisogno di marmi poesia che coprono i marciapiedi e le piazze sembra addirittura avere pietrificata primavera cuore la poetica vuole essere un gesto piccolo ma significativo. Liberare. Una rigenerazione dell'anima, in questo momento di crisi e di difficoltà" .

--

Verona Poetria. La partenza di PrimaVera poEtica è fissata per le 16.30, al Cortile Mercato Vecchio

da Francesco Bonazzi Bonazeta Vr -

.





.

Nessun commento: